Sarà che è la settimana della Liberazione (a me evoca la speranza della pacificazione), sarà per quel che abbiamo appena visto accadere in Parlamento, ecco un decalogo per affrontare, attraversare, conoscere i conflitti.

Chiamatelo come preferite, Vademecum per i Conflitti o Coordinate del Conflitto o Guida ai Conflitti o le Regole del Conflitto, l’importante è che vi esercitiate ad applicarlo (anche con il vicino di casa antipatico, mi raccomando).

 

Uno _ Gestisci il conflitto, non evitarlo

Due _ Fai fatica. Mettilo in conto sarà faticoso

Tre _ Distingui il conflitto dalla violenza, la violenza non contempla il confronto, il conflitto E’ confronto

Quattro _ Riconosci il conflitto, sospendi il giudizio, crea la giusta distanza

Cinque _ Dai risposte meditate anzi che immediate

Sei _ Rimani sul presente, non agganciarti al passato

Sette _ Non fare muro contro muro

Otto _ Parla all’altro di ciò che provi: “Quando tu dici … io sento ….”

Nove_ Chiedi all’altro qual è il suo punto di vista

Dieci _ Negozia: nega l’ozio, mettiti in attività

Voi? Cosa ne dite? Avete regole da aggiungere?

Tocca a voi raccontare, adesso. Vi ascolto.

P.S. Questo Decalogo dei Conflitti è tratto dal laboratorio La RegolAzione dei Conflitti ideato e condotto da Marzia Mirabella e Consuelo Vignarelli (anche le mani ritratte nella foto sono le loro).