Per la gioia di tutti i nerd italiani, Netflix, la streaming tv americana da più di 60 milioni di abbonati nel mondo, approda anche in Italia. La conferma ufficiale arriva direttamente dal suo creatore in un’intervista a Wired Italia. Reed Hastings, dopo mesi di indiscrezioni e smentite, ha infatti dichiarato: “Netflix sarà disponibile in Italia da ottobre, anche se non abbiamo ancora fissato il giorno esatto”.

A partire dal prossimo autunno, dunque, gli utenti italiani potranno abbonarsi e avere a disposizione serie Tv e film non solo in alta definizione, ma anche in Ultra HD 4K, su ogni schermo connesso a Internet. Praticamente un sogno che si realizza per tutti gli appassionati che non intendono aspettare mesi per vedere le proprie serie tv preferite anche sulle emittenti nazionali. Il prezzo è ancora in attesa di definizione, ma si parla di un abbonamento mensile in linea con quello degli altri Paesi europei in cui il costo è pari a €7,99. Netflix comunque si presenta con l’offerta di un mese gratis, previa registrazione della propria carta di credito.

Netflix: Cos’è e come funziona

Il servizio di tv streaming di Netflix era già presente nel mercato dei film e delle serie tv già dal lontano 1997, ma entrò a regime solo nel 2007, in via del tutto sperimentale: in cambio di un canone mensile, il servizio permetteva agli utenti di noleggiare un certo numero di Dvd e tenerli per un periodo indefinito. Come ha dichiarato lo stesso Hastings, “L’idea mi è venuta dopo che avevo dovuto pagare una penale a Blockbuster per aver restituito in ritardo un film”. Con il passare del tempo la velocità di internet è aumentata in maniera esponenziale, mentre il mercato dei dvd ha ricevuto una forte battuta d’arresto, un aspetto che non ha avuto effetti negativi sul modello di business di Netflix, che è rimasto inalterato: un abbonamento che ci permette di accedere a tutto il catalogo, senza limitazioni e soprattutto senza pubblicità. Tutto sarà disponibile in lingua originale e doppiato, con la possibilità di aggiungere i sottotitoli o farne a meno. Unico neo l’impossibilità di scaricare contenuti per vederli offline.

I contenuti

Per farla breve, Netflix si presenta come una sorta di Spotify televisivo con produzioni proprie – per un totale di 320 ore nell’ultimo anno – di serie tv o film, e ricchissimi cataloghi televisivi e cinematografici. Al lancio – spiega la nota divulgata dal colosso americano – l’offerta comprenderà alcune serie tv originali Netflix come Marvel’s Daredevil, Sense8, Bloodline, Grace and Frankie, Unbreakable Kimmy Schmidt e Marco Polo, documentari quali Virunga, Mission Blue e la docu-serie Chef’s Table. In aggiunta anche un’ampia sezione di programmi di intrattenimento per bambini, il tutto nella prospettiva di arricchirsi continuamente l’offerta. Attenzione perché, almeno all’inizio, nel nostro paese mancheranno le serie, ormai diventate un cult, che hanno contribuito a rendere famosa Netflix: Orange is the new Black (in esclusiva su Mediaset Premium) e House Of Cards, (in Italia si vede su Sky Atlantic).

La tv del futuro è in arrivo e il fermento è generalizzato, anche a costo di pagare qualcosa in più: volete mettere la bellezza di scegliere in libertà quando e dove guardare i propri programmi preferiti, grazie allo streaming senza limiti e senza pubblicità? Negli Usa il servizio ha già conquistato 40 milioni di abbonati, che salgono a 60 milioni se si considerano anche gli altri Paesi nei quali è attivo. Staremo a vedere la risposta del nostro Bel Paese!