Ci sono giorni quando il mondo che vorremmo e il mondo in cui viviamo, i mondi come li ha raccontati Chiara Fornari nel post Oklahoma, il peggior tornado della storia sono così in conflitto tra loro che il nostro cuore va in mille pezzi per la fatica e il dolore.

Ci sono giorni in cui il mondo in cui viviamo deve seppellire i bambini di Moore e deve asciugare le lacrime dei loro insegnanti che li hanno difesi rannicchiandosi stretti e ci sono giorni, invece, quando il mondo in cui viviamo e il mondo che vorremmo sono vicini vicini. Quasi si toccano.

Uno di questi sarà l’1 giugno, il giorno della Run for Children 2013, quando dalle 8 di mattina alle 8 di sera in Prato della Valle, a Padova, circa 2.400 persone saranno protagoniste di una staffetta ininterrotta di 12 ore, correndo 100 metri a testa. Obiettivo: riuscire a superare il record delle 2.395 persone in 12 ore detenuto da Gaza (23 ottobre 2010, stadio Al-Yarmook), battere il Guinness World Records e raccogliere fondi a favore dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande centro di ricerca in Europa sulle malattie infantili, inaugurato nel giugno 2012 a Padova.

Ci sono giorni in cui serissimi ricercatori corrono tra corridoi e laboratori di un serissimo centro di ricerca pediatrica per convincere tutti noi a infilare le scarpette, scendere in pista e correrli, quei 100 metri.

Correrli senza fiato, senza pensare, cercando di scappare via, lontano dallo strazio di Moore, lontano dal dolore senza senso, eppure portandoli con noi quei piccolini.

Iscriviamoci al sito www.runforchildren.it. Il contributo è di 10 euro (5 per le squadre con almeno 10 atleti). L’intero ricavato andrà a sostenere la ricerca scientifica pediatrica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza. Chiediamo aiuto per prepararci a Cristiano Girola che saprà consigliarci al meglio.

Corriamo i nostri 100 metri per la Città della Speranza e, anche, per la città di Oklahoma. Ci sono giorni, attimi, quando il mondo in cui viviamo e il mondo come lo vorremmo sono vicini vicini. Appena 100 metri di distanza.

La Run for Children

Organizzata dal Comitato Padova for Children per il Primo giugno 2013, la R4C è realizzata con la collaborazione del Coni Padova e del Coni Regionale, di Assindustria, delle Fiamme Oro, della Federazione Italiana Cronometristi – Ficr  e della Federazione Italiana di Atletica Leggera – FIDAL ed è organizzata grazie all’aiuto di 100 volontari e 50 aziende che la sostengono.

L’incasso delle quote di iscrizione del 2011 e del 2012, circa 120.000 euro, è stato devoluto alla realizzazione di progetti scientifici e sanitari dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, alle attività di ricerca pediatrica della Fondazione Istituto di Ricerca Città della Speranza, alla costruzione di un centro ospedaliero attraverso la missione di Suor Laura Girotto ad Adwa in Etiopia e alla realizzazione della nuova scuola materna di Medolla, colpita dal terremoto del maggio 2012, attraverso l’Associazione Rock No War!